“Ho sempre immaginato che il Paradiso fosse un qualche tipo di biblioteca”. È con queste parole di Jorge Luis Borges che Laura Ferruta chiude la sua mini biografia in questo sito.
Laura ora non c’è più, si è trasferita in quel Paradiso immaginato dal poeta e scrittore, con il quale ci piace pensarla conversare, magari proprio di minicuentos, il suo ultimo amore in campo letterario.
Oltre, infatti, alla passione per la lingua e la narrativa inglese – di cui Laura era raffinata conoscitrice – nel tempo aveva coltivato un entusiastico interesse anche per l’idioma ispanico e per queste forme di racconti brevissimi, parte integrante della cultura latino-americana. Laura se n’era talmente invaghita da voler aprire questo spazio, in rete, dove raccoglierne il più possibile con l’intento di farli conoscere a chi non ne sa nulla o riscoprire a chi li ha solo incrociati.
Una piccola collezione che Laura curava personalmente, desiderando arricchirla anche con il contributo e le segnalazioni di altri appassionati. Per questo, oggi che lei non è più qui a gestire direttamente questo spazio, un gruppo di persone a lei vicine ha deciso di tenere vivo il sito per proseguire ciò che Laura aveva iniziato con tanta divertita passione e intelligente leggerezza.
Per Laura
Poesia di Donella Dami Castoldi

Ecco fatto
Ti muovevi composta ed elegante
e nessuno mai osava accarezzare
i tuoi capelli, calotta dorata
sopra il segreto di fitti pensieri.
Agli altri ti accostavi con prudenza
ma la capacità di compassione
la premura discreta tremolava
sulle ciglia e sui labbri, come un bacio
non dato per paura di ferire.

Un bacio

 
Scroll Up